Property manager

Roma, in aumento gli investimenti (e il turismo) di lusso


Nonostante rifiuti, metropolitane bloccate, buche, Roma è infatti un potente magnete di turisti e investimenti. Soprattutto nel segmento più alto.

Roma sta vivendo un periodo di rinnovamento straordinario. Con Fiumicino e l’alta velocità, oggi è anche una delle città con i collegamenti internazionali migliori. Il centro ha una delle aree pedonali più ampie al mondo, è stata pioniera nel car sharing, ha un programma artistico e culturale variegato e vivacissimo.

Negli ultimi tre anni Bulgari ha donato oltre due milioni di euro per il restauro del patrimonio artistico della città, arricchendo così la lista di marchi, da Tod’s (con il Colosseo) a Fendi (con il progetto Fendi for Fountains, che ha riguardato anche la Fontana di Trevi), che hanno supportato progetti analoghi, e alla quale si sta per aggiungere anche Gucci.  Anche Rinascente, che si trova a Roma dalla fine dell’Ottocento (suoi i primi “grandi magazzini” a Palazzo Bocconi, dove oggi si trova un flagship Zara) e che un anno e mezzo fa ha aperto il suo ambizioso store su via del Tritone dopo 12 anni di lavori, ha intenzione di dare il suo contributo alla città dove ha due dei suoi tre negozi più redditizi: finanzierà i lavori di miglioramento di marciapiedi e strade adiacenti lo store stesso, dopo aver già restaurato nel piano sotterraneo un tratto dell’Acquedotto Vergine del I secolo a.C., che ora è un’ulteriore attrazione per i suoi clienti.

Infatti, la fascia più alta dell’ospitalità – che oggi conta 49 strutture alberghiere, appena il 4,7% delle 1.041 totali della città – è stata quella che è cresciuta di più nel 2018: l’Osservatorio Ebtl ha conteggiato 1,07 milioni di arrivi nei cinque stelle, in aumento del 4,16%, percentuale più alta di ogni altra categoria se si esclude una stella (+4,80%), che però ha registrato appena 220mila arrivi.

L’amministrazione capitolina, soprattutto attraverso l’Assessorato allo Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro guidato da Carlo Cafarotti, ha già avviato diverse inizative, ben consapevole del potenziale di crescita per la città sostenuto da investimenti di questo tipo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *